Ultimo aggiornamento: 12.12.2019

Alla scoperta di: Cusano Mutri Dettagli sul comune »

Come arrivare:

Da nord via Roma:
Autostrada A1 con uscita Caianello e proseguimento per Cerreto Sannita
Da Nord via Pescara:
Autostrada A14 con uscita a Termoli eproseguimento per Boiano - Benevento – Telese Terme - Cerreto Sannita.
Da Napoli - Caserta:
Autostrada A1 con uscita a Caserta Sud - Fondovalle Isclero uscita S. Salvatore Telesino direzione Benevento poi Cerreto Sannita.
Da Bari:
Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Telese Terme – Cerreto Sannita,
Da Salerno - Avellino:
Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Telese Terme – Cerreto Sannita

Cusano Mutri e … l’Infiorata

Da Cerreto Sannita, percorrendo una suggestiva e panoramica strada in dolce salita, lungo una stretta e selvaggia gola che il fiume Titerno, scendendo dal Matese, ha scavato nei calcari, si giunge in una vasta conca con Cusano Mutri sullo sfondo.
Caratteristico paese di tipo alpino, con stradine e case addossate, è situato in un ambiente unico; possiede boschi estesi e paesaggi montani di suggestiva bellezza.
E’ l’ideale meta per passeggiate o trekking, con percorsi che possono raggiungere ben oltre i 1000 metri di altezza. L’ambiente naturale è caratterizzato dalla presenza di castagni, faggi, querce, aceri montani, abeti bianchi e da animali quali il lupo, il cinghiale, la lepre, il tasso, il gatto selvatico, il falco pellegrino.
La natura non è l’unico scopo che ci porta a visitare Cusano Mutri, ma anche lo stesso centro conserva intatti, nella sua struttura urbanistica, chiese e palazzi con portali in pietra finemente lavorati. E’ tradizione secolare la lavorazione della pietra, infatti ancora oggi esistono laboratori a livello artigianale, ove si possono ammirare ed acquistare capolavori dei maestri della pietra, come è fiorente altresì la produzione di oggetti in vimini ed in legno.
Venire a Cusano Mutri è l’ideale per trascorrere un fine settimana all’insegna della natura, gustando prodotti della gastronomia locale, caratterizzati dalla genuinità e dalla semplicità di preparazione; come i piatti a base di carne di maiale con peperoni sott’aceto, pietanze a base di funghi porcini, la “zuppa santella” (scarola lessata, pollo e polpettina di carne), “polenta stampata”, (condita con salsa di pomodoro), “i casatielli” (fagottini ripieni con uova e formaggio), “i panzarotti” (fagottini ripieni con crema di castagne, miele e cioccolato), “i susamelli” (biscotti con miele, noci e mandorle), il tutto condito da olio d.o.p. e da eccellenti vini d.o.c..
L’occasione per una visita a Cusano è la splendida “Infiorata del Corpus Domini”, manifestazione che vi si svolge da tempo immemorabile ed ogni anno inaugura la lunga stagione di appuntamenti in programma nel bellissimo borgo.
Essa è vanto dei cittadini volontari e degli artisti locali, che per la sua realizzazione si avvalgono delle sole risorse floreali che offre la flora spontanea del luogo. Alcuni giorni prima della festa, centinaia di donne, uomini, bambini e giovani si riversano nei campi dei dintorni per spogliarli dei loro fiori splendenti dai più vivi colori per essere usati nella tessitura di morbidi e vellutati disegni la mattina del "Corpus Domini". Data la delicatezza del materiale, il tappeto comincia a prendere forma solo verso le 6 del mattino del giorno di festa, dopo che il giorno precedente, dalle ore 17,00, si è provveduto a tracciare il disegno per strada. Allora le vie, le strade e le piazze si riempiono di tutti gli artefici dell'Infiorata che prendono a riempire le varie parti con petali variopinti, proprio come farebbe un pittore nell'atto di dipingere il suo più bel capolavoro.
Nel caratteristico centro storico, c’è la possibilità di visite guidate alle chiese, mentre gli amanti dell'avventura, dello sport e della natura possono percorrere il sentiero attrezzato nelle Gole di Caccaviola, tra alte pareti rocciose, una vegetazione selvaggia e specchi d'acqua limpida.
E' possibile altresì effettuare trekking a cavallo ed escursioni lungo il Titerno, nell'itinerario che si snoda tra le Forre di Lavello per scoprire la bellezza del luogo

In primo piano

Festa del torrone e del croccantino - SAN MARCO DEI CAVOTI


La manifestazione, tesa a promuovere non solo il torrone, ma anche altri prodotti tipici locali,...

Alla Scoperta

Saluti e…”baci” da San Marco dei Cavoti


In provincia di Benevento vi è un angolo di Provenza tutto italiano: San Marco dei Cavoti. Le origini risalgono alla lontana epoca sannitica, m

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.