Ultimo aggiornamento: 19.08.2018

Alla scoperta di: Paupisi Dettagli sul comune

Come arrivare

Da Nord via Roma: Autostrada A1 uscita Caianello e proseguimento per Benevento, uscita Ponte poi indicazioni per Paupisi.
Da Nord via Pescara: Autostrada A14 con uscita a Termoli e proseguimento per Boiano – Benevento, quindi direzione Caianello, uscita Ponte poi indicazioni per Paupisi.
Da Napoli - Caserta: Autostrada A1 con uscita a Caserta Sud – Maddaloni poi Fondo valle Isclero. Quindi sulla Benevento - Caianello, direzione Benevento, uscita Ponte poi indicazioni per Paupisi.
Da Bari: Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Caianello, uscita Ponte poi indicazioni per Paupisi.
Da Salerno - Avellino: Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Caianello, uscita Ponte poi indicazioni per Paupisi.

Paupisi ele fontane danzanti
Da Benevento, percorrendo la superstrada Telesina che congiunge Benevento a Caianello, a pochi chilometri dal capoluogo di provincia si incontra il bivio per Paupisi.
Paese situato alle pendici del monte Pentime, è inserito con il suo territorio nel Parco Regionale del Taburno. E’ una terra ricca di storia e tradizioni; vanta una forte economia agricola, nota per l’alta e pregiata produzione vitivinicola e per l’ottima produzione dell’olio.
Alcuni ritrovamenti archeologici attesterebbero la presenza del primo insediamento umano in età romana, dalla quale epoca discenderebbe il toponimo Palpius. E’ riportato nei primi documenti notarili intorno al 1308 con il nome Paupisius, successivamente in altri documenti viene considerato come semplice casale del vicino comune di Torrecuso, di cui segue le vicende storico-amministrative. Fu feudo della famiglia Della Leonessa, dei Caracciolo, dei Ceva Grimaldi e dei duchi di Sangro, che ne conservarono la proprietà fino all’abolizione della feudalità. Con l’Unità d’Italia fu aggregato alla provincia di Benevento.
Paupisi diede i natali al patriota Giuseppe De Marco che contribuì alla nascita dell’Italia unita. Perseguitato dalla polizia Borbonica riuscì ad organizzare i “Cacciatori Irpini”, che con lui nel 1860 marciarono verso Benevento, liberandola dal dominio pontificio. Il De Marco fu nominato tenente colonnello dal generale Garibaldi, contribuendo alla repressione del brigantaggio negli anni 1861 e 1863.
Una visita a Paupisi è l’occasione per vivere in un ambiente naturale dove sembra che il tempo si sia fermato. E’ suggestivo attraversare i vicoli del paese e visitare la Chiesa di Santa Maria del Bosco, edificio di culto le cui origini risalgono agli inizi del XVIII sec., ricostruita negli anni ’30. Conserva, dell’antico impianto, solo il campanile, oggi trasformato in Monumento ai caduti.
Da visitare in contrada Pagani l’omonima chiesa, ove si conserva il pannello in rame con la Madonna e la statua lignea di Sant’Antonio.
Nei tipici locali, immersi nella tranquillità della campagna sannita, alla riscoperta dei genuini sapori di un tempo, è piacevole gustare la pasta fatta in casa, tipici i “lainelle” al pomodoro, i “cicatielli” al sugo, le salsicce con patate, i peperoni in agrodolce, la carne di agnello alla brace, gli ottimi formaggi e verdure condite con l’olio extravergine d’oliva del luogo, il tutto annaffiato da vini D.O.C del territorio, l’Aglianico e la Falanghina.
Nel mese di giugno si festeggia Sant’Antonio da Padova e da qualche anno c’è lo spettacolo di fontane danzanti accompagnate dai fuochi piromusicali, che danno vita ad uno show pieno di luci e suoni. Può essere un’occasione per una visita dell’ameno centro e per gustare le sue tipicità.

In primo piano

Medievalia - Palio delle Contrade - FAICCHIO


Organizzata dalla Pro Loco “U. Fragola”, in collaborazione con il Comune e con...

Alla Scoperta

Foglianise, i "Casali" e ... la Festa del Grano


Foglianise, centro agricolo e commerciale, sorge a circa 15 km da Benevento. Un'epigrafe latina, probabilmente del III sec. d.C., dedicata alla

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.