Ultimo aggiornamento: 17.11.2017

Alla scoperta di: Pesco Sannita Dettagli sul comune »

Come arrivare:

Da Nord via Roma
: Autostrada A1 uscita Caianello e proseguimento per Benevento, prendere SS. 212 (Fortorina), uscita Pesco Sannita.
Da Nord via Pescara: Autostrada A14 con uscita a Termoli e proseguimento con indicazione per Boiano – Benevento, prendere SS. 212 (Fortorina), uscita Pesco Sannita.
Da Napoli - Caserta: Autostrada A1 con uscita a Caserta Sud – Maddaloni poi Montesarchio, Benevento, prendere SS. 212 (Fortorina), uscita Pesco Sannita.
Da Bari: Autostrada A16 con uscita a Benevento, percorrere tutto il raccordo Autostradale, prendere SS. 212 (Fortorina), uscita Pesco Sannita.
Da Salerno - Avellino: Autostrada A16 uscire al casello di Benevento, percorrere tutto il raccordo Autostradale, prendere SS. 212 (Fortorina), uscita Pesco Sannita.

Pesco Sannita e…la festa della pizza
Lungo la statale della Val Fortore, distante solo 15 Km da Benevento, si incontra l’abitato di Pesco Sannita, piccolo centro agricolo chiamato fino al 1948 Pescolamazza. Il paese si estende in posizione dominante su un costone roccioso alla destra del fiume Tammaro.
Ritrovamenti archeologici attesterebbero la presenza di insediamenti abitativi già in epoca romana.
Da documenti risalenti al XII sec. si ha la certezza dell’esistenza di un centro abitato, caratterizzato da un borgo fortificato e da un castello, chiamato anticamente Pesculum.
Appartenne alla contea di Ariano, feudo dei signori della Marra, possedimento dei Caracciolo, dei d’Aquino, per essere successivamente ceduto in seguito alla famiglia Carafa di Policastro, che lo possedette fino all’eversione della feudalità.
Il centro storico conserva le caratteristiche dei nuclei urbani risalenti al Medioevo, con la presenza di viuzze e case addossate l’una all’altra, con ripide scalinate. Si conservano ancora intatte unità abitative con caratteristici portali in pietra calcarea risalenti al Settecento, con mura perimetrali in pietra.
Oltre all’interessante centro storico, merita una visita la chiesa del SS. Salvatore, risalente al XIX sec., ma interamente ricostruita dopo il terremoto del 1962. La facciata di stile neogotico ha un portale sormontato da un pannello maiolicato in cui è raffigurata Santa Reparata; sopra detto pannello vi è una nicchia che custodisce la statua del S.S. Salvatore. In alto vi è un timpano che racchiude un rosone.
La chiesa all’interno si presenta a tre navate divise da pilastri. All’interno in una cappella sono conservate, in una cassa di legno e cristallo, le spoglie di Santa Reparata a cui la popolazione di Pesco Sannita è fortemente devota.
Meritano una visita anche la chiesa della Madonna dell’Arco e quella di San Giuseppe e lo Zoo aperto di recente.
Il paese, ad economia fortemente agricola, è circondato da un suggestivo paesaggio naturale ricco di vigneti ed uliveti. Ottimo è l’olio ivi prodotto.
Da alcuni anni la Pro Loco organizza la Festa della Pizza: tre sere di degustazioni di pizza di tutti i tipi annaffiata da ottima birra ed allietate da gruppi musicali.
Inoltre, una visita a Pesco Sannita è l’occasione per rivivere in un tranquillo ambiente i sapori di una cucina tipica contadina caratterizzata da formaggi, salumi, pasta fatta in casa, legumi e carne alla brace.

In primo piano

Cadeaux al Castello – LIMATOLA


Dalle ore 10,00 alle ore 23,00, una mostra-mercatino con cento stand di espositori provenienti da...

Alla Scoperta

Fragneto l’Abate e…l’estate di San Martino


Il territorio è ricchissimo di boschi, tutti di querce, della varietà “farnia” che avrebbe dato origine all’antico n

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.