Ultimo aggiornamento: 19.01.2018

Cultura

Obelisco neoegizio
Gli obelischi egizi di Benevento sono due monumenti realizzati in granito rosso sotto l'imperatore romano Domiziano per essere eretti, fra l'88 e l'89 d.C., ai due lati dell'ingresso del tempio di Iside della città sannita, come è testimoniato nelle loro iscrizioni in geroglifici. Uno è esposto nel Museo Arcos e si conserva solo per circa due terzi della sua altezza.
L’obelisco di Piazza Papiniano è alto circa 3 m, pesa 2,5 t. ed è installato sopra un piedistallo recante un'iscrizione in latino e greco.
Le iscrizioni in geroglifici si estendono su tutte le quattro facce del monumento e sono state tradotte da più studiosi; le versioni riprese più comunemente sono quelle dell'egittologo tedesco Adolf Erman e del collega italiano Ernesto Schiaparelli.
Il venerdi ed il sabato dalle 19:30 alle 23:30 ogni 30 minuti l'obelisco viene illuminato da un gioco di luci che proiettano la sua ombra ed i suoi geroglifici sul prospiciente Palazzo Paolo V; i geroglifici proiettati piano piano si "sgretolano", lasciando il posto alla loro traduzione.
  • Indirizzo: Piazza Papiniano
  • Biglietto: Gratuito
foto


Luoghi

In primo piano

Alla Scoperta

Durazzano eil castello


Percorrendo la Fondo Valle Isclero si incontra il bivio per il comune di Durazzano. Paese anticamente dedito all’agricoltura, ha avuto negli u

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.