Ultimo aggiornamento: 18.09.2019

Rassegna Opera Lirica al Teatro Romano di BENEVENTO

dal 04.08.2019 al 07.09.2019
foto
Dopo circa 50 anni, torna la grande lirica al Teatro Romano di Benevento, alle ore 20.30, con la direzione artistica di Vittorio Sgarbi.
La rassegna, voluta dalla Regione Campania e promossa dalla società Scabec S.p.A., ha come obiettivo quello di rilanciare uno dei siti culturali più significativi del nostro territorio.
Domenica 4 agosto aprirà la stagione lirica il "RIGOLETTO" di Giuseppe Verdi, con la regia di Katia Ricciarelli.
Rigoletto è un'opera in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, tratta dal dramma di Victor Hugo Le Roi s'amuse ("Il re si diverte"). Con Il trovatore(1853) e La traviata (1853) forma la cosiddetta "trilogia popolare" di Verdi.
Centrato sulla drammatica e originale figura di un buffone di corte, Rigoletto fu inizialmente oggetto della censura austriaca.
Intenso dramma di passione, tradimento, amore filiale e vendetta, Rigoletto offre una combinazione di ricchezza melodica e potenza drammatica.
Domenica 11 agosto sarà la volta dei "PAGLIACCI" di Ruggero Leoncavallo, con la regia di Vittorio Sgarbi.
Stando alle parole dello stesso compositore, l'opera si ispira a un delitto realmente accaduto a Montalto Uffugo, in Calabria, dove il compositore visse da bambino alcuni anni. Secondo i documenti dell'epoca, il suo tutore, Gaetano Scavello, era in relazione con una donna del luogo, della quale era innamorato anche un certo Luigi D'Alessandro: questi, geloso della donna e insultato pubblicamente dal tutore di Leoncavallo, la notte del 5 marzo 1865 accoltellò Scavello all'uscita da un teatro, aiutato dal fratello Giovanni; la vittima morì poche ore dopo ma fece i nomi degli assassini, che furono condannati dal padre di Leoncavallo, magistrato a Montalto. Leoncavallo in seguito affermò che l'assassinio si svolse sotto i suoi occhi e che fu eseguito da un pagliaccio che aveva appena ucciso la propria moglie, poiché sosteneva di aver trovato tra i suoi vestiti un biglietto di Scavello.
Quando nel 1894 l'opera fu tradotta in francese, il compositore Catulle Mendès accusò Leoncavallo di plagio, poiché riteneva che la trama ricalcasse quella della sua opera La Femme de Tabarin, del 1887 (entrambe prevedevano una commedia all'interno dell'opera, un uomo geloso, la commedia che si trasforma in realtà con l'uccisione della donna per gelosia); Leoncavallo si difese sostenendo che la trama era ispirata al fatto di cronaca di cui era stato testimone da bambino e rilevò che anche l'opera di Mendès era passibile di plagio, poiché assomigliava ad altre precedenti, come 'Un drama nuevo' di Manuel Tamayo y Baus; Mendès ritirò allora l'accusa.
Sabato 7 settembre, infine, concluderà la stagione lirica "LA VEDOVA ALLEGRA" di Franz Lehar, con la regia di Flavio Trevisan.
L'operetta, ambientata a Parigi, parla del tentativo dell'ambasciata Pontevedrina di far sposare la ricca vedova Hanna Glavari con il conte Danilo, sua antica fiamma. Nel frattempo si sviluppa il triangolo amoroso tra il Barone Mirko Zeta, sua moglie Valencienne e Camille de Rossillon.
Hanna Glavari è rimasta presto vedova del ricchissimo banchiere di corte del piccolo stato di Pontevedro; un suo matrimonio con uno straniero provocherebbe la fuoriuscita dei milioni di dote della signora e il collasso delle casse statali. La vedova è ora a Parigi e il sovrano di Pontevedro, preoccupatissimo, incarica il proprio ambasciatore a Parigi, barone Zeta, di trovarle un marito pontevedrino.
L'ambasciatore Zeta e il suo cancelliere Niegus, cercano un candidato e lo individuano nel conte Danilo Danilovich che in passato ha interrotto una storia d'amore con Hanna su pressione della famiglia, a causa delle umili origini di lei. Cogliendo l'occasione del compleanno del sovrano, il barone Zeta organizza una festa all'ambasciata, durante la quale, con Niegus, cerca di convincere Danilo a sposare la vedova. Hanna ama ancora Danilo, tuttavia non lo vuole dimostrare e anzi cerca di ingelosirlo.
Frattanto si intreccia la storia d'amore della moglie del barone Zeta, Valencienne, con il diplomatico francese Camille de Rossillon; durante un ballo in casa Glavari, i due si appartano nel padiglione; stanno quasi per essere scoperti dal barone Zeta, quando Niegus, meno sbadato di quel che sembra, riesce a far uscire per tempo Valencienne e a sostituirla con Hanna.
Quando Hanna esce dal padiglione con Rossillon, sembra chiara la scelta del futuro marito: un parigino... Tutto sembra compromesso; Danilo è furioso e lascia la festa; Zeta non capisce se la moglie lo ha tradito o no.
Ha luogo una nuova festa in casa Glavari con tema le atmosfere e i balli di Chez Maxim's; Danilo si consola bevendo champagne e con le famose ballerine grisettes; Hanna gli spiega però che è stato Niegus a effettuare lo scambio di persona nel padiglione per salvare Valencienne.
Dopo tante schermaglie e sofferenze, Danilo dichiara il proprio amore a Hanna, che annuncia il suo matrimonio con Danilo.
TICKETS ONLINE: www.vivaticket.it - www.teatrobenevento.it
BIGLIETTERIA FISICA:
presso tutti i centri convenzionati con VIVATICKET (illustrati negli allegati) oppure presso il Teatro Romano di Benevento
SABATO 03/08 dalle 13.00 alle 19.00
DOMENICA 04/08 dalle 13.00 alle 21.00
BIGLIETTO INTERO € 15 - BIGLIETTO RIDOTTO € 5 (under 25 anni, over 65 e possessori di Campania>Artecard) .
I portatori di handicap e relativi accompagnatori potranno acquisire il ticket di ingresso a titolo gratuito per entrambi presso il Teatro Romano di Benevento recandosi alla biglietteria prima dell'inizio dello spettacolo.
Info: www.teatrobenevento.it

PUNTI VENDITA
Avellino
Benevento
Caserta
Napoli
Salerno

Lo spettacolo 'Pagliacci' si terrà domenica 11 agosto presso il Teatro Romano di Benevento alle ore 21.00 e non più alle 20.30.

Luoghi: Benevento
Altri eventi in corso a : Benevento
Tutti gli eventi della provincia di Benevento :

In primo piano

BANDO SELEZIONE VOLONTARI PROGETTO SERVIZIO CIVILE PRESSO E.P.T. BENEVENTO ANNO 2020


L'Ente Provinciale per il Turismo di Benevento avvisa che è pubblicata l'informativa...

Alla Scoperta

Il porcino e… Castelpagano


Settembre è il mese che dà inizio alla raccolta dei funghi, ed i "fungaioli", persone taciturne e guardinghe, si mettono all&r

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.