Ultimo aggiornamento: 25.04.2018

Alla scoperta di: Amorosi Dettagli sul comune

Come arrivare a AMOROSI
Da Nord via Roma: Autostrada A1 uscita Caianello e proseguimento per Benevento uscita Amorosi.
Da Nord via Pescara: Autostrada A14 con uscita a Termoli e proseguimento per Boiano – Benevento quindi direzione Caianello uscita Amorosi.
Da Napoli - Caserta: Autostrada A1 con uscita a Caserta Sud – Maddaloni poi Fondo valle Isclero. Quindi sulla Benevento - Caianello Direzione Benevento uscita Amorosi.
Da Bari: Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Caianello uscita Amorosi.
Da Salerno - Avellino: Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Caianello uscita Amorosi.

Amorosi e il teatro
Amorosi, piccolo centro agricolo, noto per le colture di tabacco e viti, sorge su un piccolo colle nella Valle Telesina.
La presenza di due ponti in pietra, uno sul fiume Calore e l’altro sul Volturno, ha fatto sì che il comune avesse una posizione strategica importantissima dal punto di vista commerciale, in quanto era perfettamente collegato ai comuni del casertano ed alle maggiori località della regione.
L’origine del nome Amorosi pare sia legato a “castrum amorosii”, che compare nei documenti di epoca altomedioevale, anche se non vi sono notizie certe che attestino l’esistenza di un borgo in un periodo così antico.
Amorosi fu feudo delle più titolate famiglie del meridione d’Italia, ma il massimo splendore lo raggiunse quando fu possesso dei Caracciolo; l’8 aprile del 1734 fu ospite dei Caracciolo Carlo III di Borbone.
Dal punto di vista urbanistico, il paese assunse un aspetto più aperto e moderno nella seconda metà dell’ottocento, con l’abbattimento di buona parte dell’antico borgo feudale e con la costruzione di un’ampia piazza adornata da bellissimi alberi.
Tra i principali edifici storici presenti in Amorosi, sono da vedere senz’altro: Palazzo della Camera Marchesale (antica dimora dei Piscitelli, una tra le ultime famiglie feudatarie del posto), che oggi ospita il Municipio, e Palazzo dei Maturi, una fabbrica costruita sul finire del 1700, che mostra una facciata decorata con motivi in stile Rococò.
Bellissimi sono anche i due ponti in pietra fatti costruire dai Borboni, uno nel 1819, che attraversa il Volturno e l’altro nel 1860, che attraversa il Calore.
L’edificio di culto più importante di Amorosi è la Chiesa di San Michele Arcangelo, con una maestosa torre campanaria su tre livelli ed una cuspide piriforme rivestita da piastrelle maiolicate e policrome.
Un’occasione per visitare il piccolo comune di Amorosi è la manifestazione “amoTe, Amorosi teatro festival”, che si terrà nel mese di luglio e che è una sollecitazione all’incontro con un teatro “povero” e autentico; cortili e piazze cittadine diventano luogo della rappresentazione, della scena; la quotidianità che si misura con l’eccezionalità, la finzione teatrale che entra nella vita reale e racconta storie di libertà e d’amore, segno tangibile di evoluzione e valorizzazione di una realtà creativa che sa confrontarsi con altre esperienze e costruire valore per il territorio
.

In primo piano

Fiera Mercato della Salsiccia Rossa - CASTELPOTO


Una manifestazione tendente alla valorizzazione del prodotto tipico locale e del centro storico...

Alla Scoperta

Paolisi ei palazzi gentilizi


Alle falde del monte Paraturo, sulla sponda sinistra del fiume Isclero si estende l’abitato di Paolisi. Reperti storici attesterebbero i primi

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.