Ultimo aggiornamento: 17.07.2018

Alla scoperta di: Buonalbergo Dettagli sul comune

Come arrivare:
Da Nord via Roma: Autostrada A1 uscita Caianello e proseguimento per Benevento, quindi immettersi sulla SS. 90 bis fino a Buonalbergo
Da Nord via Pescara: Autostrada A14 con uscita a Termoli e proseguimento con indicazione per Boiano – Benevento, quindi immettersi sulla SS. 90 bis fino a Buonalbergo
Da Napoli - Caserta: Autostrada A1 con uscita a Caserta Sud – Maddaloni poi Montesarchio, Benevento, quindi immettersi sulla SS. 90 bis fino a Buonalbergo
Da Bari: Autostrada A16 con uscita a Benevento percorrere tutto il raccordo Autostradale, uscita “Benevento sud” quindi immettersi sulla SS. 90 bis fino a Buonalbergo
Da Salerno - Avellino: Autostrada A16 uscire al casello di Benevento, percorrere tutto il raccordo Autostradale, uscita “Benevento sud” quindi immettersi sulla SS. 90 bis fino a Buonalbergo
 

Buonalbergo e il 'ciammarruchiello'
Buonalbergo è una ridente cittadina agricola posta lungo l’arteria principale che la congiunge alle Puglie; la sua particolare posizione geografica ha da sempre costituito un punto strategico e di passaggio obbligatorio, per quanti, agricoltori, mercanti, soldati, volevano raggiungere la vicina Puglia.
Le origini storiche della cittadina risalgono al neolitico, ma i primi insediamenti urbani sono presenti durante il periodo sannita.
Citata da Tito Livio come importante punto strategico durante le guerre sannitiche, fu individuata secondo gli storici nell’antica Cluvia. Successivamente divenne un importante centro per lo scambio dei prodotti agricoli, quando Traiano, costruendo la via Traiana che collegava Benevento a Brindisi, ne fece passare il tracciato lungo il territorio di Buonalbergo; fu utilizzata poi dai Longobardi, che la denominarono “via sacra langobardorum”, per raggiungere Monte Sant’Angelo ove era venerato il culto del Santo Guerriero l’Arcangelo San Michele.
Notizie certe e documentate sull’abitato di Buonalbergo risalgono a partire dall’anno mille, allorché l’antico borgo, sotto il dominio longobardo, era conosciuto con il nome di Alipergus. Qui sorgeva anticamente un castello, costruito su uno sperone roccioso dominante la sottostante vallata, costituendone una fortezza quasi inespugnabile; del castello, che tanta storia normanna vide svolgersi tra le sue imponenti mura, oggi non restano che sporadici ruderi; successivamente, l’abitato che si era formato intorno al castello fu distrutto nel 1500 da un’imponente frana.
Fu feudo degli Spinelli e poi dei Coscia; con l’unità d’Italia passò alla storia per essere stato il primo paese della provincia ad innalzare il tricolore.
Buonalbergo è la sede di una particolare sagra, quella del “ciammarruchiello”, ossia, in vernacolo buonalberghese, la chiocciola o lumaca di terra; infatti dal 1973 ed in maniera ininterrotta, ogni anno, i borghi di Buonalbergo incorniciano questa sagra che, col passare del tempo, è diventata un vero e proprio passaggio obbligatorio per chi vuol trascorrere una serata di agosto (14 agosto) in maniera genuina, salutare e divertente gustando, in un grande ristorante a cielo aperto, pietanze preparate dalle signore del posto come, oltre ai ciammarruchielli, cecatièlli, montanare (pizzette di farina con pomodoro caratteristiche di Buonalbergo), salsicce e patatine, il tutto annaffiato da un ottimo vino rosso prodotto dai vitigni autoctoni, genuino e profumato.
Ma tutta l’estate è caratterizzata da eventi musicali, gastronomici e culturali a cura della locale Pro Loco, che offrono l’occasione per visitare il ridente paese.
Da vedere: i ponti romani Chianche, Latrone, San Marco; pietra miliare dell’antica via Traiana; Palazzo Coscia Spinelli del XVII sec. ove ha sede il Municipio; Prima Domus di Buonalbergo; chiesa Madre di S. Nicola; chiesa di San Carlo Borromeo; eremo della Madonna della Macchia con statua lignea del XIII sec.; Regio Tratturo; via Traiana.

In primo piano

Jazz sotto le stelle - PIETRELCINA


Festival organizzato da Pro Loco e Comune di Pietrelcina, con la direzione artistica di Giovanni...

Alla Scoperta

Ceppaloni ela Fiera della Porziuncola


Il comune di Ceppaloni sorge sul versante sinistro del fiume Sabato, su una collina ricca di uliveti e vigneti. Formato dalle frazioni di Beltiglio e

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.