Ultimo aggiornamento: 19.10.2018

Alla scoperta di: Casalduni Dettagli sul comune »

Come arrivare:

Da Nord via Roma: Autostrada A1 uscita Caianello e proseguimento per Benevento uscita Ponte e proseguire per Casalduni.
Da Nord via Pescara: Autostrada A14 con uscita a Termoli e proseguimento per Boiano – Benevento quindi direzione Caianello uscita Ponte e proseguire per Casalduni.
Da Napoli - Caserta: Autostrada A1 con uscita a Caserta Sud – Maddaloni poi Fondo valle Isclero. Quindi sulla Benevento - Caianello Direzione Benevento uscita Ponte e proseguire per Casalduni.
Da Bari: Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Caianello uscita Ponte e proseguire per Casalduni.
Da Salerno - Avellino: Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Caianello uscita Ponte e proseguire per Casalduni.

Casalduni e ... il Castello
Lungo la strada a scorrimento veloce Benevento-Caianello si incontra, a pochi chilometri dalla città di Benevento, il bivio per il paese di Casalduni.
Esso è noto per i sanguinosi eventi del 14 Agosto 1861 allorché il borgo fu saccheggiato e dato alle fiamme per ordine del Generale Enrico Cialdini che intimò: “del paese non rimanga più pietra su pietra”, dopo che i briganti capeggiati da Angelo Pica avevano fatto prigionieri e fucilati i soldati piemontesi.
Fu tale la brutalità dell’azione militare che l’On. Giuseppe Ferrari, deputato milanese, ne fece oggetto di apposita discussione nella seduta parlamentare del 2 Dicembre 1861.
Il paese fu completamente distrutto e dato alle fiamme, la popolazione uccisa. Le reali cifre non furono mai rese note dal governo. E’ ancora oggi una pagina oscura della storia dell’Unità d’Italia.
Le origini storiche di Casalduni risalgono al Medioevo, anche se alcuni ritrovamenti archeologici attestano la presenza di un insediamento urbano sin dall’età romana.
Fu feudo degli Angioini, della famiglia De Sus, appartenne poi ai Carafa ed ai Caracciolo. Dopo l’età feudale, fu annesso al Molise dal 1811 al 1861, passando a far parte della provincia di Benevento con l’Unità d’Italia.
La fonte economica principale è stata da sempre l’agricoltura anche se l’artigianato e le piccole attività imprenditoriali sono ivi presenti.
Da vedere è il centro storico ed il Castello che colpisce il visitatore per la sua imponenza e per la gradinata d’accesso che conduce al portone d’ingresso. Di qui si accede ai piani superiori dove, attraverso le antiche finestre rettangolari con ornie in pietra scolpite, si ammira, in un incantevole paesaggio, la valle circostante. Suggestivi sono la torre cilindrica angolare ed il tratto dell’antico camminamento di ronda.
Da vedere, inoltre, è la chiesa dell’Assunta, semplice nella facciata: oggi è il risultato di una serie di restauri e ricostruzioni avutisi nel corso dei secoli. Altri edifici di culto degni di menzione sono: la chiesa di San Rocco e la chiesa di santa Maria della Consolazione.
Andare a Casalduni è anche l’occasione per gustare le tipiche pietanze della zona: pasta fatta in casa condita da generosi ragù, carni gustose, salumi e formaggi, il tutto accompagnato dall’immancabile vino che, nei suoi tipi, offre al più esigente buongustaio un piacevole sollievo.

In primo piano

AVVISO SERVIZIO CIVILE - COLLOQUI SELETTIVI


UNEC - Unione Nazionali Enti Culturali - comunica che i colloqui selettivi per i candidati che hanno...

Alla Scoperta

La castagna, la castagna d’oro… e ARPAISE


Arpaise, piccolo centro agricolo, è un paese che si caratterizza per la suggestiva posizione collinare, dalla quale si possono ammirare in lo

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.