Ultimo aggiornamento: 19.08.2018

Alla scoperta di: Ginestra degli Schiavoni Dettagli sul comune »

Come arrivare:

Da Nord via Roma: Autostrada A1 uscita Caianello e proseguimento per Benevento, prendere S.S. 90 bis direzione Foggia, proseguire S.S. 126 uscita Castelfranco in Miscano (S.S. 61) e proseguire per Ginestra degli Schiavoni.
Da Nord via Pescara: Autostrada A14 con uscita a Termoli e proseguimento con indicazione per Boiano – Benevento, prendere S.S. 90 bis direzione Foggia, proseguire S.S. 126 uscita Castelfranco in Miscano (S.S. 61) e proseguire per Ginestra degli Schiavoni;
Da Napoli - Caserta: Autostrada A1 con uscita a Caserta Sud–Maddaloni poi Montesarchio, Benevento, prendere S.S. 90 bis direzione Foggia, proseguire S.S. 126 uscita Castelfranco in Miscano (S.S. 61) e proseguire per Ginestra degli Schiavoni;
Da Bari: Autostrada A16 con uscita a Benevento percorrere tutto il raccordo Autostradale, prendere S.S. 90 bis direzione Foggia, proseguire S.S. 126 uscita Castelfranco in Miscano (S.S. 61) e proseguire per Ginestra degli Schiavoni;.
Da Salerno - Avellino: Autostrada A16 uscire al casello di Benevento, percorrere tutto il raccordo Autostradale, prendere S.S. 90 bis direzione Foggia, proseguire S.S. 126 uscita Castelfranco in Miscano (S.S. 61) e proseguire per Ginestra degli Schiavoni.

Ginestra degli Schiavoni … e l’energia rinnovabile
Ginestra degli Schiavoni sorge su di un colle, lungo la sponda sinistra del torrente Ginestra ed ai confini con la Puglia.
E’ uno dei comuni più piccoli della provincia sannita e rientra nel territorio della Comunità Montana del Fortore dove, le poche strade e la zona montuosa, rendono i viaggi particolarmente lunghi ma ripagano il viaggiatore con la visione di paesaggi naturali, di colline ricoperte di pascoli, di prati, di campi coltivati, di boschi.
La gastronomia locale è caratterizzata dai prodotti tipici del mondo rurale, offrendo al visitatore l’opportunità di gustare la ”pasta fatta in casa”, le “salsicce”, le “sopressate”, i “formaggi”, il tutto innaffiato da ottimo vino locale.
I primi documenti storici che riferiscono dell’esistenza di un nucleo urbano, risalgono alla metà del XII secolo, quando era un casale della contea di Buonalbergo. Durante la dominazione longobarda, il paese assunse il nome di Sant'Angelo e solo nel 1100 compare per la prima volta il termine Ginestra, e quindi con la dominazione normanna, quando il nucleo prese il nome della pianta che caratterizzava il suo territorio.
Nel 1528 Ginestra, quasi disabitata, fu ripopolata da un gruppo di Schiavoni provenenti dall’Albania che aggiunsero al nome la specifica “degli Schiavoni”. Successivamente fu feudo dei Carafa, dei Caracciolo, divenendo poi possesso del capitano spagnolo Marco Ciaburno, primo barone del luogo.
Rimase in possesso della famiglia Ciaburno fino all’eversione della feudalità e, dopo l’Unità d’Italia, fu aggregato alla provincia di Benevento.
Il nucleo primitivo del centro storico, sorto attorno alla torre Normanna, è contraddistinto da uno sviluppo "a Campana", è caratterizzato dagli slarghi irregolari delle strade, dalle costruzioni esterne arroccate, e concluso dall'area occupata, fino a qualche decennio fa, dal palazzo baronale.
Dopo la prima metà del 1700, a seguito del terremoto del 1688 che rase al suolo l'insediamento, si è avuto il secondo sviluppo del centro che, invece di appoggiarsi al precedente, si è affiancato linearmente alla strada principale.
Oltre alla Cappella di Sant’Antonio, interessante emergenza architettonica recentemente restaurata, con l'originaria campana datata 1690, è possibile visitare il Museo dell’Energia Rinnovabile, che presenta sezioni dedicate all’energia eolica, solare e idroelettrica ma con interessanti riferimenti anche alle ulteriori forme di energia rinnovabile quali la biomassa e la geotermica, alla tematica del risparmio energetico ed a quella dei trasporti sostenibili.

In primo piano

Medievalia - Palio delle Contrade - FAICCHIO


Organizzata dalla Pro Loco “U. Fragola”, in collaborazione con il Comune e con...

Alla Scoperta

Foglianise, i "Casali" e ... la Festa del Grano


Foglianise, centro agricolo e commerciale, sorge a circa 15 km da Benevento. Un'epigrafe latina, probabilmente del III sec. d.C., dedicata alla

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.