Sant’Agata de’ Goti

Alla scoperta del Comune di Sant'Agata de' Goti

La città di Sant'Agata de' Goti è posizionata a 35 km di distanza da Benevento e ha un'altitudine di 159 metri.

Il comune è composto da più di 10.000 abitanti, è situato sulla parete occidentale del Monte Taburno e confina con la provincia di Caserta. Il paese ha origini romani e sannite.

Il suo nome è legato alla colonia di guerrieri gotici sopravvissuti alla sconfitta di Totila nel 553, i quali si stanziarono nella zona come cittadini dell’impero.
Sant’Agata de’Goti fu un importante sede amministrativa sotto il dominio dei longobardi.  In seguito, il territorio divenne possedimento dei normanni.

Il comune fu sede vescovile dal X secolo. Tra i vescovi che la governarono si ricordano Felice Peretti, Papa Sisto V e Sant’Alfonso de’ Liquori, fondatore della Congregazione dei Redentoristi ed autore del canto natalizio “Tu scendi dalle stelle”.

Il borgo fu poi donato ad una delle famiglie più importanti della nobiltà napoletana.
Il feudo appartenente alle famiglie dei Della Ratta, degli Acquaviva, dei Coscia e dei Carafa. Quest’ultimo rimase al potere fino alla fine del sistema feudale nel 1806.

Dal 2004 il comune fa parte del villaggio “Bandiera Arancione” , insieme a più di 100 località di tutta Italia, selezionate e certificate dal Touring Club Italiano. Il marchio di qualità del Touring viene assegnato ai piccoli borghi dell’entroterra, che si contraddistinguono per l’eccellenza del servizio e dell’ospitalità in base a più di 250 parametri turistici e ambientali, regolarmente verificati in base alle esigenze e alle opinioni dei viaggiatori. Inoltre, Sant’ Agata de’ Goti fa parte del circuito dei “Borghi più belli d’Italia” dal 2012.

La produzione locale del comune consiste in produzione di olio, vino, frutta, ortaggi, cereali e legumi.
Oltre ciò, la produzione consiste anche nella produzione di vini di alta qualità. Vini bianchi, rossi e rosati vengono prodotti a Sant’Agata De’ Goti, i più rinomati con denominazione DOC sono: il Sant’Agata De’Goti Falanghina e il Sant’Agata dei Goti Aglianico riserva.

Come arrivare a Sant'Agata de' Goti ?

Da Pescara: prendere l’autostrada A14, uscita Termoli. Seguire l’indicazione per Boiano–Benevento, prendere Strada Statale 7 per Montesarchio e poi proseguire in direzione Airola e Sant’Agata dei Goti.

Da Roma: prendere l’autostrada A1, uscita Caianello. Proseguire per Benevento e prendere l’uscita per San Salvatore Telesino. Seguire verso la fondovalle Isclero e prendere l’uscita Sant’Agata dei Goti.

Da Napoli – Caserta: prendere l’autostrada A1, uscita Caserta Sud–Maddaloni. Seguire poi le indicazioni Telese- Caianello (fondo valle Isclero) e Sant’Agata dei Goti.

Da Salerno – Avellino: prendere l’autostrada A16, uscita Benevento. Percorrere tutto il raccordo autostradale, prendere la Strada Statale 7 per Montesarchio, poi Airola e Sant’Agata dei Goti.

Da Bari: prendere l’autostrada A16, uscita Benevento. Percorrere tutto il raccordo autostradale, prendere la Strada Statale 7 per Montesarchio, poi Airola e Sant’Agata dei Goti.

contatti utili

Cosa fare o vedere a Benevento ?

Prossimamente disponibile.

Altre curiosità di Benevento

Lascia un commento