Ultimo aggiornamento: 20.01.2018

Cultura

Teatro Romano
E' tra i teatri antichi conservati uno dei più grandi e più belli, riportato alla luce intorno al 1920.
La sua costruzione risale all'epoca di Adriano tra la fine del I e gli inizi del II secolo d.C.; fu poi restaurato da Caracalla.
Ha un diametro di 90 metri e conserva il primo e parte del secondo dei tre ordini di venticinque arcate che lo componevano; è formato da una cavea, a pianta semicircolare dal raggio di circa 40 metri, che poteva ospitare oltre diecimila spettatori, una orchestra dal raggio di circa 10 metri ed un’ampia scena.
Probabilmente la cavea era rivestita di marmo bianco, lastre marmoree e stucchi, ancora parzialmente conservati. Essa era caratterizzata da tre ordini architettonici: tuscanico, ionico e corinzio e terminava nella parte superiore con una galleria, in cui si aprivano nicchie.
La scena si presentava con tre aperture, una centrale e due laterali. Le maschere che decoravano gli ordini superiori delle arcate della cavea sono state reimpiegate in edifici del centro storico, dove sono ancora visibili.
E' parzialmente accessibile ai disabili.
  • Telefono: 0824.47213 - 0824.310945
  • Orario ingresso: Dalle 9.00 ad un’ora prima del tramonto
  • Biglietto: Biglietto ordinario € 2,00 - Biglietto ridotto € 1,00: da 18 a 25 anni; insegnanti. Gratuito: fino a 18 anni; studenti universitari, non fuori corso, iscritti a: Archeologia; Architettura; Conservazione beni culturali; Lettere e Filosofia; Materie letterarie con indirizzo archeologico ed artistico.
  • Indirizzo: Piazza Caio Ponzio Telesino
  • Fax: 0824.310945
foto
Teatro Romano


Luoghi

In primo piano

Alla Scoperta

Durazzano e…il castello


Percorrendo la Fondo Valle Isclero si incontra il bivio per il comune di Durazzano. Paese anticamente dedito all’agricoltura, ha avuto negli u

Tappe Precedenti

Mappa territorio

Visualizza la mappa dei Comuni sul territorio della provincia di Benevento.