BENEVENTO – GUIDA TURISTICA

Le testimonianze culturali più antiche esistenti nel territorio di Benevento e della sua provincia risalgono all’età del paleolitico. I ritrovamenti archeologici di palafitte, nel territorio di Castelvenere, e numerosi reperti ritrovati altrove testimoniano la presenza dell’uomo preistorico in questa provincia. Riguardo alla nascita della città di Benevento, la leggenda ne attribuisce la fondazione al mitico Diomede, approdato, dopo la distruzione di Troia, sulle coste pugliesi.

Di sicuro si sa che fu abitata da popolazioni sannitiche, di ceppo sia irpino che caudino, per l’esistenza di reperti culturali e di emergenze storiche come l’area archeologica di contrada Cellarulo, che testimonia l’esistenza di una popolazione stanziale, insediata alla confluenza dei fiumi Sabato e Calore, dedita alla lavorazione ed al commercio della lana e di prodotti realizzati con argilla.

Florido centro della civiltà sannita, entrò per la prima volta nella storia allorché i Sanniti, abili e audaci guerrieri, sconfissero, nella battaglia delle Forche Caudine (321 a.c.), il potente esercito romano, grazie ad un’abile mossa strategica del generale Ponzio Telesino.